Follow by Email

giovedì 31 maggio 2018

SENTENZA STORICA: RICALCOLO PENSIONE LAVORATORE IN MOBILITA'

Sbagliano il calcolo della pensione, Inps perde causa contro 4 operai palermitaniIl Tribunale di Palermo con una sentenza storica ha condannato l'Inps a rideterminare il trattamento pensionistico e a corrispondere differenze per 37 mila euro in totale.
Sbagliano il calcolo della pensione, Inps perde causa contro 4 operai palermitani
Quattro operai in mobilità che  hanno maturato il  diritto andare in pensione, vincono una causa contro l'Inps per la rideterminazione della loro pensione. L'Inps, nel calcolo, aveva preso a riferimento l'indennità del periodo della mobilità, invece, secondo i giudici  il conto va fatto sulla base della retribuzione effettiva percepita prima della mobilità. 
Sbagliano il calcolo della pensione, Inps perde causa contro 4 operai palermitani
I Giudici di merito hamnno ristabilito la corretta interpretazione della norma che ha istituito l'indennità di mobilità (articolo 3, comma 4 bis della legge 223 del 91), riconoscendo che la retribuzione da prendere a base per il calcolo della pensione, per il lavoratore che matura il diritto ad andare in quiescienza durante un periodo di mobilità di durata superiore a un anno, è quella dei dodici mesi di lavoro precedenti l’inizio del trattamento di mobilità.
 Sbagliano il calcolo della pensione, Inps perde causa contro 4 operai palermitaniSempre secondo la norma, nei casi in cui nell'anno solare non risultino retribuzioni, si fa riferimento all'anno immediatamente precedente nel quale risulti percepita una retribuzioni per un periodo continuativo di lavoro. Se andando indietro ci sono periodi di cig, si procede ancora a ritroso nel tempo. Le retribuzioni accreditate figurativamente dovranno inoltre essere rivalutate anno per anno anche in base agli indici di variazione delle retribuzioni contrattuali del settore di appartenenza, rilevati dall'Istat.





Nessun commento:

Posta un commento